Menu Chiudi

CATALOGO

Il giovane scrittore di romanzi storici Michelangelo Rossini, si trasferisce in un piccolo borgo tra i boschi del Casentino per scrivere un libro su un uomo d’armi del Rinascimento, figlio non riconosciuto del papa Alessandro VI. Mentre è impegnato nella stesura del romanzo, Michelangelo conosce un’impetuosa laureanda in farmacia, Faustina, insieme alla quale scoprirà un fascicolo di lettere d’amore risalenti all’epoca del regime fascista. Faustina coinvolgerà Michelangelo in un’indagine sulla storia d’amore e sulle tragiche conseguenze. Tre diverse e avvincenti narrazioni che si intrecciano nel segno sinistro di una pianta dal fascino ambiguo: la digitalis purpurea. Un libro capace di mescolare la facezia alla passione, il gioco al dramma e suscitare emozioni fino all’imprevedibile epilogo.

pag.243 – Isbn 978-88-68924-01-0

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “DIGITALIS PURPUREA”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Angelo Tecchi nasce a Fano, studia a Pesaro e si trasferisce poi a Roma per iscriversi all’Università e, contemporaneamente, lavorare.
Dopo qualche anno torna nelle Marche.
Coltiva la passione per la letteratura, la pittura e il mare.
Ha all’attivo, tra gli altri, i romanzi “Gli orecchioni fuori stagione” (SBC Edizioni, 2012), “Il cenacolo di Bea” (Edizioni Montag, 2015), “Quando vacillerà il loro piede” (Edizioni Montag, 2017).
Ha scritto anche raccolte di racconti di cui molti sono stati pubblicati in antologie.

Carrello della spesa
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
0