Menu Chiudi

CATALOGO

Luca Amato è cresciuto in strada e lì ha trovato il suo branco di lupi, un’organizzazione criminale chiamata Famiglia che gli dà un lavoro e lo cresce. Gli dà persino un nome: Jack London. Jack diventa a sua volta un lupo, abituato a divorare tutto e tutti , finché l’incontro con Arianna, una prostituta cinese, travolgerà la sua vita. Da lì in poi inizierà la seconda esistenza per Jack che, finito in carcere – e grazie all’aiuto di Nazaria, una professoressa in pensione e un monaco buddhista inglese – scoprirà il suo secondo, grande amore: la scrittura. Così, Jack trasformerà il carcere in una palestra di vita e di studio. ‘La saggezza del lupo’ è un inno alla letteratura mondiale e alla scrittura, alla Bellezza e alla vita che trova sempre la sua strada.

pag.452 – Isbn 978-88-68925-02-4

Copertina: Morguefile.com

3 recensioni per LA SAGGEZZA DEL LUPO

  1. Davide Morelli per 900letterario

    Invece ne “La saggezza del lupo” il protagonista è Luca Amato, cresciuto per strada e legato dalla adolescenza ad un gruppo criminale, con cui rompe dopo essersi messo con una prostituta cinese. La criminalità è una strettoia. È molto ridotto il margine di scelta. Eppure nonostante certi vincoli il libero arbitrio esiste sempre. È questo che vuole dirci Venuto, anche se come cantava De Gregori gli stessi malavitosi “sono giovani vite dentro una fornace”.

    La criminalità minaccia, spara, uccide. Ha le sue regole, la sua logica spietata, non c’è mai niente di giusto. La criminalità potrebbe essere la chiave di volta per analizzare l’intera società di massa occidentale. Lo scrittore Paul Goodman paragonò la nostra società ad una stanza chiusa, dove i cittadini sono come dei topi che fanno una corsa, girando a vuoto. Per molti intellettuali non c’è via di uscita.

    Eppure ognuno, anche i più disperati, hanno la possibilità di cercare un varco o quantomeno uno spiraglio, un ancora remota di salvezza: questo è il pensiero di Venuto. Successivamente infatti il protagonista finisce in carcere dove cambia completamente prospettiva delle cose e cerca appunto il riscatto: decide di smettere con la criminalità e vuole diventare scrittore, grazie all’aiuto di due formatori.

    L’evoluzione umana nella letteratura
    I riferimenti letterari di Venuto, nonché i suoi maestri di vita, diventano Jack London, Dostoevskij, Tolstoj, Knausgard. Lo scrittore ci dice che si può cambiare. Chiunque può cambiare, nonostante mille difficoltà e le più grandi resistenze al cambiamento. Cambiare significa affrontare l’ignoto con i rischi che comporta, ma può significare anche evolvere, come avviene ne La saggezza del lupo.

    Con entrambi i romanzi, l’autore genovese vuole comunicarci che per uscire da qualsiasi tunnel di questa vita bisogna riconoscere la propria irripetibilità ed unicità; così come è di particolare aiuto, una sorta di agente catalizzatore, la liberazione dei propri impulsi creativi.

    La saggezza del lupo è un romanzo è ben scritto, lo stile è fluido e scorrevole, privo di segni criptici; una prosa cristallina e diretta, orchestrata da talento e perizia, allo stesso tempo contrassegnata da una autentica intellettualità e da un retroterra culturale solido, che spesso indaga su uno dei più grandi misteri umani, ovvero la creatività artistica

    Tra letteratura e sociologia
    Pensando ad entrambi i romanzi viene in mente la frase di un manuale di sociologia di Ferrarotti: “Non si dà l’individuo senza società, né c’è società senza individuo”. Una certa fiction o certi noir ci presentano la devianza brutale e crudele, prevalentemente con il segno meno.

    Allo stesso tempo altra narrativa oltre alla Saggezza del lupo, affronta questi temi civili con retorica e sentimentalismo, sfruttando la fisiologia delle lacrime. Invece Venuto ci vuole dire che anche in questa realtà sotterranea esiste il lato umano ed il riscatto, senza mai essere strappalacrime e senza addossare la colpa quando al sistema o quando all’individuo, come fanno i pressapochisti.

    Ogni uomo può indagare se stesso, riflettere su stesso e salvarsi. Non importa che la redenzione sia etica, filosofica o religiosa. L’essenziale è che avvenga, indipendentemente dalla forma e dalla modalità.

    Venuto con la sua opera ci lascia una testimonianza di vita ed al contempo smuove la coscienza del lettore con la sua denuncia sociale. Infine ogni incontro può aiutarci in questo nostro cammino, può facilitarci. In ogni incontro esiste “un filo conduttore” come scriveva Paulo Coelho ed è per i suddetti motivi che ne consiglio caldamente la lettura.

    Di Davide Morelli

  2. www.levantenews.it

    Come si diventa scrittori? Per prima cosa si deve aver letto molto, e molto vissuto”.

    E Luca Amato, protagonista del secondo romanzo di Alessandro Venuto, nato a Chiavari, cresciuto a Lavagna e milanese di adozione, ha di certo vissuto una vita complicata per le strade di Milano.

    E ha letto molto.

    Innamorato dei romanzi sui vichinghi di Cornwell, dei libri di Jack London e della serie tv Vikings, Luca si è costruito un personaggio che, insieme al suo cane Buck, ha messo ferro e fuoco Milano seguendo la legge del branco.

    L’incontro con Arianna prima e poi, una volta detenuto nel carcere di Milano Bollate, quello con la grande letteratura mondiale cambieranno la sua vita per sempre.

    In un momento in cui siamo stati tutti costretti a fermarci per la pandemia, a chiuderci nelle nostre case, “La saggezza del lupo” indica una via resiliente al cambiamento e una nuova possibilità di apertura: dopo aver incontrato dal vivo scrittori come Karl Ove Knausgard e Carlo Martigli, dopo aver letto e studiato sui testi di Dostoveskij, Tolstoj e Philip Roth, Luca è pronto a trovare la sua voce e, come Martin Eden, a diventare uno scrittore dopo aver trovato ‘la saggezza del lupo’.

    Tra un concerto di musica irlandese degli Shamrock Band e una lezione di meditazione sarà aiutato, in questo processo di rinascita artistica e umana, da uno strano monaco buddhista, volontario per Liberation Prison Project Italia, e da una professoressa in pensione.

    Perché anche la cella di un carcere, se vista con occhi diversi, può diventare un incredibile atelier creativo. Un inno all’arte, alla bellezza e alla vita che trova sempre la sua strada, “La saggezza del lupo”, edito da Edizioni Montag, è un romanzo avvincente che, seguendo il file rouge delle grandi storie di London, avvince il lettore fino all’ultima pagina.

    Dopo il grande successo di “In direzione opposta”, “La saggezza del lupo” è finalmente in vendita online sul sito di Montag e negli store delle migliori librerie italiane.

    Segui l’autore online alla pagina instagram: venuto_alessandro

  3. www.labottegadeilibri.it

    Jack London, Dostoevskij, Tolstoj e soprattutto Knausgard diventano i veri Maestri di Luca che, presto, troverà la sua voce per scrivere qualcosa di unico del suo genere e che gli aprirà, di nuovo, le porte del mondo.
    (Da https://www.labottegadeilibri.it/segnalazione-la-saggezza-del-lupo-di-alessandro-venuto-montag/libri/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=segnalazione-la-saggezza-del-lupo-di-alessandro-venuto-montag )

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Alessandro Venuto, – Chiavari, 1983 – vive e lavora come educatore a Milano, dove si è trasferito nel 2010.
Ha partecipato a diversi concorsi di scrittura a livello nazionale ottenendo la pubblicazione di racconti e poesie.
Ha esordito in campo editoriale nel 2020, con “In direzione opposta” (Montag).

Carrello della spesa
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
0